Giacomo BallaNel 1968 Dino Gavina collabora alla ricostruzione del “Giardino futurista” di Giacomo Balla, riproducendo per una mostra i modelli originali, inseriti da allora nel catalogo del Centro Duchamp. I fiori futuristi sono costruiti oggi in acciaio con taglio laser, mantenendone la carica innovativa, e sono prodotti dal Paradisoterrestre.

Giacomo Balla